Nella nuova sede della società giallorossa all'Eur, posizionata precisamente in Viale Tolstoj, voluta dalla Roma per diversificare i vari uffici e le competenze del club, si possono notare le bellissime sculture che accompagnano l'entrata e le varie sale della struttura.
Dietro a queste opere c'è Bruna Gasperini, una professionista del settore da oltre 20 anni che è riuscita a coronare il suo sogno lavorando in questo progetto:

"Ringrazio la Domus Dei 1963 che ci ha permesso di realizzare questi lavori per la Roma. Io ho realizzato lo stemma e la modellazione della Lupa. Per me dopo oltre 20 anni di sculture nell'arte sacra in tutto il mondo, queste sono le prime opere veramente sacre (ride ndr). Sono cresciuta con mio padre che mi portava allo stadio - continua Bruna - e sono stata abbonata per tantissimi anni all'Olimpico in Curva Sud, quindi lavorare su una cosa del genere è stato incredibile".

Dopo aver assemblato queste meraviglie giallorosse, Bruna non vuole fermarsi e ha 2 sogni ben precisi: "Mi piacerebbe realizzare una scultura che ho in mente da tanto tempo, ovvero l'esultanza di Agostino Di Bartolomei che abbraccia Carlo Ancelotti dopo il gol all'Avellino nell'anno del secondo Scudetto. Se potessi identificare la Roma in un'immagine, per me la più rappresentativa sarebbe questa. Inoltre, dopo aver ritratto personaggi come Papa Giovanni Paolo II, Papa Ratzinger e Papa Francesco, vorrei omaggiare anche Totti, visto che in altri parti del mondo l'hanno fatto in maniera rivedibile, facciamogli vedere come si lavora a Roma".