Mario Balotelli si schiera in difesa di José Mourinho. Il centravanti italiano, ora militante nel massimo campionato turco, nell'Adana Demirspor, è tornato a parlare del suo ex allenatore, con il quale ha condiviso lo spogliatoio dell'Inter dal 2008 al 2010. Nel corso di una diretta sul canale Twitch "OCW Sport" il classe 1990 ha dichiarato: "Non sto seguendo il calcio italiano. A differenza di quello che dicono tutti, ho un rapporto bellissimo con Mourinho. Ci siamo anche sentiti. Conoscendolo di sicuro sarà un periodo no e saprà tirarne fuori la squadra. Le squadre che ha avuto avevano giocatori fantastici, ma lui aveva un il superpotere di fare una squadra super a livello di persone. Ci vuole tempo, lasciategli un po' di tempo, perché è molto bravo anche in questo. È arrivato solo da pochi mesi. Ha vinto la Champions col Porto, i giocatori erano forti ma non fenomeni a quei tempi. Ha dimostrato di poter vincere anche indipendentemente dalle squadre. Poi è normale che se sei uno dei più bravi ti capitano le squadre più forti, come Messi e Ronaldo. A me la Roma piace tantissimo, così come la Lazio, ma con tutto il rispetto è normale che uno come Mourinho te lo aspetti al Real o al Bayern. Ci vuole tempo".
SuperMario si è poi mostrato entusiasta per un'eventuale convocazione in Nazionale: "Fino a tre anni fa sono sempre stato pronto per la Nazionale. Solo negli ultimi due anni e mezzo non ero del tutto pronto per tornare. Ma adesso sto bene, la Nazionale resta sempre un sogno. Non è una questione di convocazione, panchina o tribuna. Se sapessi di essere convocato partirei a piedi".