La regola FIFA per cui una percentuale, anche minima, dei trasferimenti dei giocatori da un paese a un altro debba essere versata nelle casse delle squadre che hanno contribuito alla formazione di quei calciatori ha recentemente permesso a un piccolo club di Lisieux (in Normandia) di guadagnare 65mila euro

Soldi che hanno permesso di ristrutturare l'infrastruttura sportiva di Louison-Bobet, compresa la palestra, che verrà intitolata a Steven Nzonzi, il centrocampista cresciuto proprio a Lisieux, la cui cessione dal Siviglia alla Roma ha permesso alla piccola squadra della Normandia di incassare quella ingente somma di denaro.