Il centrocampista della Roma e della Nazionale Alessandro Florenzi ha risposto alle domande dei tifosi arrivate tramite i social con l'hashtag #ASKAzzurri e pubblicate con un video sul profilo Twitter della nazionale italiana. Queste le sue parole:

Quanto ti è mancata la Nazionale?

Tanto, sono stati 13 mesi difficili ma ora sono qui pronto a dare il mio contributo per la Nazionale.

Se non fossi diventato un calciatore cosa ti sarebbe piaciuto diventare?

Non lo so, da piccolo mi piaceva fare il benzinaio

Hai qualche rito scaramantico prima di scendere in campo?

Si, entro in campo con gli anelli, uno di mia moglie e l'altro di mia figlia e dopo la foto li do al massaggiatore

Qual è stata la reazione tua e dei tuoi dopo la prima convocazione in Nazionale?

Io non ci credevo perché ero molto giovane invece mia mamma e mio papà erano molto contenti

Cosa hai provato dopo il tuo primo gol in Nazionale contro l'Armenia?

È stata una grandissima sensazione, ricordo ancora l'azione con un grande assist di Lorenzo (Insigne, ndr). C'erano mia mamma e mio papà a vedermi e sono contento di aver regalato questo piccolo sogno anche a loro

Hai mai praticato altri sport da bambino?

Da bambino penso di no ma mi piacciono tutti i giochi dove c'è una palla di mezzo

Che musica ascolti?

Prevalentemente musica italiana

Amatriciana o carbonara?

Carbonara

Chi è più forte alla playstation tra te e De Rossi?

Credo io perché lui è troppo intellettuale per giocare alla playstation

Che rapporto hai con i tuoi compagni di Nazionale laziali?

Assolutamente buoni perché quando siamo qui l'unica maglia che conta è quella azzurra

Chi era il tuo idolo da bambino?

Cesc Fabregas

Come hai fatto a non buttarti giù dopo i due infortuni di fila?

Grazie all'aiuto di mia moglie, di mia figlia e di tutte le persone che mi sono state accanto che mi hanno dato molta forza sono riuscito ad uscirne fuori e adesso sono contento di ritornare e dare sempre il massimo

Qual è il calciatore della Svezia da temere maggiormente? 

Forsberg

Qual è l'arma segreta per battere la Svezia?

Non ve la dico perché ce la teniamo per noi, la vedrete in partita.