Prima del calcio d'inizio di Zorya-Roma, il direttore generale giallorosso Tiago Pinto ha parlato ai microfoni di Sky. Queste le sue parole.

Gioca Pellegrini con la fascia che porterà per i prossimi 5 anni. Si è raggiunto un accordo?
"La voglia delle parti è la stessa. Lui è il capitano, è concentrato e dobbiamo parlare della partita oggi, di rinnovo parleremo in futuro. Scusate se mi ripeto, non è il momento di parlare del rinnovo".

La firma è una formalità?
"Mi spiace ripetermi ma non è il momento di parlare di rinnovo. Siamo qui per giocare e parlare di Conference League, sperando che Pellegrini faccia bene come nelle scorse gare".

Qual è la posizione della società sugli arbitri?
"Innanzitutto diciamo che la Roma non si nasconde dietro niente e nessuno sui risultati, se non vinciamo dobbiamo capire internamente cosa migliorare. Purtroppo però tra giovedì e domenica abbiamo ricevuto criteri arbitrali diversi e la Roma è stata danneggiata. Però non vogliamo fare la guerra con nessuno, la Roma da sempre è stata un club che istituzionalmente ha lavorato con tutti".

Potete vincere lo scudetto?
"Dal primo giorno abbiamo detto che siamo ambiziosi ma abbiamo bisogno di tempo. Dopo le prime vittorie consecutive abbiamo provato a fermare l'euforia, siamo ambiziosi ma abbiamo bisogno di tempo. Non possiamo parlare di scudetto adesso, non ne abbiamo mai parlato. Dal primo giorno sappiamo di avere un progetto, che vogliamo sviluppare. Come ho detto il principale obiettivo è ridurre la distanza tra la Roma e il successo".

Come sta Spinazzola?
"Sta bene, come sai in questi infortuni è importante anche l'aspetto emotivo. Lui sta bene ed è motivato, ci manca e siamo ansiosi per il suo ritorno ma senza affrettare tempi e ritardare il suo recupero".

Come sta la squadra dopo il derby?
"Chiaramente ogni sconfitta è dolorosa ma il miglior modo di reagire è quello di pensare alla prossima partita".

Darboe esordisce con Mourinho. Se lo aspettava? Si tratta di una bocciatura per Villar e Diawara?
"Sarebbe stato un problema se non me lo fossi aspettato, l'anno scorso ha fatto molto bene, piace a Mourinho".