Francesco Totti ha parlato a Roma TV dopo Roma-Inter, partita pareggiata e compromessa in partenza dall'errore degli arbitriDopo le parole a Sky, il numero 10 è intervenuto anche al canale tematico giallorosso. Di seguito le sue parole

"Io penso che sia una cosa vergognosa quello che è successo. Tutti hanno visto il fallo su Zaniolo. Non riesco a capacitarmi, non dico di Rocchi, che può essere coperto o meno, ma di Fabbri che sta davanti allo schermo e non lo ha chiamato. Non trovo le parole, ogni aggettivo sarebbe sbagliato. Vergognoso sarebbe il più appropriato. Vorrei che uno di loro venisse qui in tv a spiegare perché non lo hanno chiamato. Lo dicessero in tv. Il secondo era ancora meno visibile del primo. Il primo ci ha cambiato la partita, da 1-0 per noi a 1-0 per loro. E quando andiamo sotto in questo periodo è difficile riprenderci. Oggi sono stati bravi tutti dal primo all'ultimo: grande carattere, grande forza fisica. E c'erano anche molti giovani".

Una settimana particolare dopo il Real. C'è stato un discorso, un cambiamento?
"Nello spogliatoio rispetto agli altri dirigenti riesco a capire un po' di più tante cose che non riusciranno mai a capire, ma non voglio mettermi davanti a tutti e prendermi i complimenti, voglio stare dietro le quinte e dare una mano alla società, al mister, ai compagni. Cerchiamo di tirar fuori il meglio da tutti quanti e io quello che posso fare cerco di farlo".

Come se ne esce?
"Ne usciamo con la grande prestazione della squadra di questa sera. E poi tutto il resto. Poi si fanno riunioni a Coverciano, a Milano... Ma concretizzando, non mi sembra che le cose che ci erano state dette siano state rispettate. Certe riunioni sono inutili, parla il campo. Se non metti in pratica ciò che dici di voler fare, è inutile. Bisogna fare qualche cambiamento. Vorrei sentire le parole di Fabbri, se era collegato... Anche perché non vedo altri spiegazioni".