Millequattrocentoquaranta minuti giocati sin qui dalla Roma in partite ufficiali, dodici in campionato, le prime quattro del girone di Champions League. Però Diego Perotti le ha viste quasi tutte da lontano, a parte un paio di presenze in panchina (Chievo ed Empoli). In campo c'è andato appena due volte.

Una da titolare nella pessima trasferta sul campo del Bologna, novanta minuti senza lasciare traccia, e poi i ventotto minuti conclusivi nella sconfitta al Bernabeu contro il Real Madrid. In pratica Di Francesco non lo ha mai avuto a disposizione, un'opzione in meno in una parte della stagione in cui sono state molte le settimane che hanno proposto tre gare a settimana.

Ora Diego Perotti vuole tornare, la Roma si gioca l'Europa di oggi e di domani