Ricorrono oggi gli undici anni dall'uccisione di Gabriele Sandri, il tifoso biancoceleste che nel 2007 rimase vittima dai colpi di pistola sparati inspiegabilmente da un poliziotto all'area di servizio di Badia al Pino sull'autostrada A1. Nella notte, uno striscione firmato dal "Gruppo Roma" era apparso per ricordarlo. Poi, nel prepartita, i "Fedayn" ne avevano affisso uno a Piazza Mancini. All'interno dello stadio, invece, la Curva Sud ha omaggiato Gabriele ricordandolo con un coro cantato da tutto il settore: "Uno di noi, Gabriele uno di noi!", ha cantato il settore più caldo dello stadio. Parole, canti e striscioni per non dimenticare mai una delle pagine più buie del calcio italiano.