Un libro sulla stagione 1974/75 della Roma per non dimenticare la cavalcata di quella squadra fino al terzo posto. L'evento si è svolto all'Auditorium C.A.S.C. della Banca d'Italia per l'iniziativa ideata dall'associazione Lupa Giallorossa e patrocinata dall'UTR. Sul palco, oltre all'autore di "Roma 1974-75" Franco Bovaio, si sono alternati alcuni dei protagonisti di quel gruppo: Paolo Conti, Liborio Luguori, Alberto Batistoni, Franco Peccenini, Piergiorgio Negrisolo, Angelo Orazi, Sergio Santarini e anche Loris Boni, che di quel gruppo avrebbe raccolto l'eredità l'anno successivo. 

A guidare quel gruppo c'era Niels Liedholm e tutti "i suoi ragazzi gli hanno voluto dedicare un pensiero speciale. "Chi non è stato allenato da lui si è perso veramente qualcosa nella sua carriera", ha detto Negrisolo. "Era un tecnico ed un uomo speciale, ha dato vita ad un filone di allenatori che sono venuti dopo di lui. E Ancelotti sembra il suo clone", ha chiosato Conti. Il libro narra il percorso di quella squadra in un'annata speciale che non ha significato scudetto ma ha gettato le basi per la Roma vincente degli anni 80.