Lucas Digne, oggi difensore dell'Everton, ha parlato a L'Equipe della sua esperienza a Roma, nella stagione 2015-16, raccontando in particolare il suo rapporto con il tecnico dell'epoca, Luciano Spalletti:

"Il tecnico più esigente è Luciano Spalletti. Ha un rigore tutto italiano, facevamo un'ora e mezza di video prima delle partite e un'ora e mezza dopo. Per qualcuno era noioso, ma a me piace moltissimo! Per un difensore è molto importante e dopo un po' le cose in campo ti vengono in automatico. Anche perché dici a te stesso 'ah, se non faccio questo l'allenatore domani quando rivediamo i video mi massacra!'. Spalletti è un tipo appassionato, si picchiava in testa e urlava a tutto il mondo, fare gesti a bordo campo perché un calciatore invece di andare avanti va indietro. Vive le cose con passione e quindi passa tutto subito, i calciatori lo capiscono e lo perdonano. Anche Ancelotti è uno appassionato, ma è diverso, non ha lo stesso temperamento. Spalletti certamente è più vicino a un Sampaoli."