Una vera e propria rivolta popolare. Se in Italia la reazione delle tifoserie dei club fondatori della SuperLega è stata piuttosto silenziosa, in Inghilterra i tifosi delle cosiddette Big Six hanno manifestato fortemente il proprio dissenso verso l'adesione dei propri club al progetto. Non solo le singole tifoserie hanno emesso comunicati o compiuto gesti simbolici (a Liverpool i tifosi hanno rimosso le proprie bandiere dalla KOP e affisso sul cancello di Anfield uno striscione di critica: "Vergogna"), ma i gruppi di sostenitori di Manchester United, City, Liverpool, Chelsea, Tottenham e Arsenal hanno rilasciato un comunicato congiunto, superando la rivalità che li divide ogni domenica.

"Stiamo lavorando urgentemente e in stretta collaborazione tra di noi e con L'Associazione Tifosi di Calcio e con i Tifosi di Calcio d'Europa per combattere queste proposte. Nonostante il comportamento dei nostri club, siamo uniti contro di loro e continueremo a fare tutto il possibile per fermare questi piani insieme. Ciò include la ricerca di una rappresentanza congiunta presso il governo e tutte le autorità calcistiche competenti".