Come apprende l'Ansa, Il procuratore federale Giuseppe Chinè ha appena deferito al tribunale federale nazionale la Lazio, il suo presidente, Claudio Lotito, e i medici sociali Ivo Pulcini e Fabio Rodia per violazione dei protocolli sanitari Figc anti-Covid.

Come riporta la Gazzetta dello Sport, nel provvedimento si legge che Lotito viene deferito "per non aver provveduto a far rispettare o comunque per non aver vigilato sul rispetto delle norme in materia di controlli sanitari e delle necessarie comunicazioni alle autorità sanitarie locali competenti". Le violazioni del protocollo Covid saranno discusse dal Tribunale federale. Le sanzioni variano in base alla gravità della violazione riscontrata, in ordine: ammenda, punti di penalizzazione, retrocessione e esclusione dal campionato.