L'indiscrezione non è trapelata attraverso Marca né tantomeno attraverso AS, ma comunque è uscita fuori: Zinedine Zidane potrebbe entrare nella dirigenza della Juventus a partire da ottobre, come consigliere e collegamento tra lo spogliatoio e il club. La notizia bomba è stata riportata dal portale spagnolo Libertad Digital, nel tardo pomeriggio di ieri. In serata, però, ci ha pensato proprio As a pubblicare la smentita, o meglio sarebbe stata la Juventus stessa, attraverso le colonne del quotidiano di Madrid, ad allontanare Zidane dal ritorno a Torino specificando come il ruolo che Libertad Digital attribuisce a Zizou sia già di Pavel Nedved. Smentita di rito o verità? Sarà il tempo a dircelo. Di certo c'è che Zidane, dopo l'addio al Real, ha atteso l'esito del Mondiale: nel caso di passo falso della Francia avrebbe preso il posto di Deschamps. Ma visto poi com'è andata a finire in Russia, ora Zizou dovrà cercare un'altra sistemazione: in panchina o dietro la scrivania.

A proposito di Juve, l'affare Cristiano Ronaldo ha avuto il potere di legittimare anche le suggestioni di mercato a prima vista più incredibili. Ieri, ad esempio, alcune indiscrezioni hanno addirittura parlato di un possibile scambio tra Bonucci e Higuain (Telelombardia). Uno scenario a dir poco complicato, visto il rapporto non proprio idilliaco tra il capitano del Milan, Allegri e l'ambiente bianconero, anche se nel calcio nulla è impossibile. Per quanto riguarda El Pipita, c'è stato effettivamente un sondaggio da parte dei rossoneri che, tuttavia, sembrano in posizione di svantaggio rispetto a Psg e, soprattutto, Chelsea. Come testimonia anche il tentativo per Alvaro Morata, in questo momento storico la dirigenza milanista è nelle condizioni di offrire ingaggi molto importanti, mentre ha molti meno margini di manovra per quanto riguarda la trattativa con i club. In uscita, vede ormai il traguardo finale la trattativa con l'Atletico Madrid per Kalinic. Entro la prossima settimana dovrebbe arrivare la definitiva fumata bianca per un prestito con obbligo di riscatto (circa 18-20 milioni le cifre complessive dell'operazione). Per il croato pronto un quadriennale da 2,5 milioni.

Il mercato delle altre

Alla ricerca di un centrocampista centrale, la Fiorentina ha subìto il sorpasso dell'Atalanta su Pasalic e può riattivare la pista Battaglia. L'argentino con passaporto italiano viene valutato dallo Sporting 15 milioni di euro. Doppio colpo in casa Sampdoria: i blucerchiati dopo Junior Tavares dal San Paolo hanno annunciato Audero. Il portiere arriva in prestito dalla Juve con diritto di riscatto e controriscatto.