Undicimila e trecento euro ad apparizione. Questa è la cifra che, secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo AS, la Fifa garantisce a Diego Armando Maradona e a tutti gli altri "ambassadors" della Fifa durante il Mondiale per assistere alle partite della propria nazionale sugli spalti. Il programma di coinvolgimento delle leggende, voluto dal presidente Fifa Infantino, prevede che ogni selezione abbia un ex giocatore in tribuna a sostenerla. La notizia ha ovviamente creato molte polemiche su vari mezzi d'informazione in giro per il mondo e sui social: lo spettacolo di Maradona durante Nigeria-Argentina ha infatti fatto molto parlare i suoi sostenitori e i suoi detrattori.

El Pibe de Oro ha infatti ballato, tifato, cantato, urlato e persino insultato gli avversari, per poi apparire visibilmente alterato in alcuni video amatoriali e infine sentirsi male tanto da dover essere accompagnato all'interno della tribuna. Tanto che la Fifa non ha gradito il comportamento dell'ospite (che ha anche vitto e alloggio pagati): "Ci aspettiamo che tutti i giocatori, gli ex giocatori, il personale e i tifosi si comportino in maniera rispettosa", ha detto il direttore delle competizioni Fifa, Colin Smith, dopo lo "show" di Diego Armando a San Pietroburgo. Puyol, Ronaldo, Casillas, Eto'o e Xavi, sono altri dei nomi degli ex campioni ospitati dalla Fifa. Ma nessuno finora si è fatto notare come Maradona. 

Castellano | Italiano | Inglés Quiero contarles que estoy bien, que no estoy ni estuve internado. En el entretiempo del partido con Nigeria me dolía mucho la nuca y sufrí una descompensación. Me revisó un médico y me recomendó que me fuera a casa antes del segundo tiempo, pero yo quise quedarme porque nos estábamos jugando todo. ¿Cómo me iba a ir? Les mando un beso a todos, perdón por el susto y gracias por el aguante, hay Diego para rato! Voglio solo dirvi che sto bene, che non sono e non sono stato ricoverato. Durante l'intervallo della partita con la Nigeria ho avuto un forte dolore alla nuca e un mancamento. Un medico mi ha visitato e mi ha consigliato di tornare a casa prima del secondo tempo, ma ho deciso di rimanere perché ci stavamo giocando il tutto per tutto. Come sarei potuto andarmene? Un bacio a tutti e grazie per il supporto... Diego ci sarà ancora per un bel po'! I want to tell everyone that I am fine, that I am not, neither was I interned. In the halftime of the game against Nigeria, my neck hurt a lot and I suffered a decompensation. I was checked by a doctor and he recommended me to go home before the second half, but I wanted to stay because we were risking it all. How could I leave? I send a kiss to everyone, thanks for the support!

Un post condiviso da Diego Maradona Oficial (@maradona) in data: