Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza per l'emergenza Covid 19, è intervenuto durante la trasmissione "Tiki Taka - La repubblica del pallone". Il medico ha parlato dell'aggravarsi della situazione legata al coronavirus, delle possibili ripercussioni sul mondo del pallone e delle strategie che potrebbero salvaguardare la Serie A. Alla domanda sulla possibilità di replicare la famosa "bolla" NBA Ricciardi ha risposto: "Giocare in una bolla, controllare in maniera forte il personale e lo staff, con questa circolazione del virus, è un'ipotesi fattibile".

Si è poi mostrato dubbioso sul protocollo in vigore: "Non c'è dubbio. Quello era un protocollo elaborato in una fase dell'epidemia calante. In questo momento è anche peggio di marzo. Quindi dobbiamo naturalmente rivedere le cose alla luce di questo". Su un possibile sospensione del campionato, e sulle soluzioni per evitarla, non ha dubbi: "Si dovrebbero fare dei lockdown mirati in aree metropolitane come Milano, come Napoli, probabilmente come Roma, dove non si potrebbe giocare e non si potrebbero fare tante altre attività. In questo momento, forse, basterebbe un periodo limitato di due-tre settimane. Se invece questo non verrà, saremo poi costretti a fare un lockdown generalizzato".