Capita che i club cambino i colori sociali: la Roma, per esempio, è tornata ai colori tradizionali nell'estate del 2017, in occasione dei novant'anni dalla fondazione della società.

Quella dell'Arminia Bielefeld invece, non è proprio una scelta rispettosa nei confronti dell'identità visiva della squadra tedesca: il club, tornato in Bundesliga dopo undici anni di assenza, ha sempre affiancato un blu scuro al bianco e al nero. Nelle ultime settimane, in particolare sul digital, è apparsa una versione modificata dello stemma, comprendente un blu decisamente più chiaro.

Nell'immagine sopra, i colori tradizionali dell'Arminia Bielefield; nel tweet riportato qui sotto il blu schiarito utilizzato, per ora, sul digital. 

Una grossa fetta di sostenitori, che in generale in Germania rappresentano anche molto concretamente le società per la legge del 1999 sull'azionariato popolare che, seppur con qualche difficoltà, sulla carta non consente a nessun azionista di possedere più del 50% di un club di Bundesliga, non ha apprezzato questa scelta (tra l'altro, mai comunicata pubblicamente) e il problema sarà sollevato nel prossimo consiglio di amministrazione, in programma il prossimo 3 dicembre.