Al Milan stanno facendo di tutto per recuperare Zlatan Ibrahimovic, ma le possibilità sono basse: il rientro dell'attaccante svedese, che dopo aver passato il lockdown allenandosi in patria con l'Hammarby si è fermato il 25 maggio per un problema al polpaccio, dovrebbe slittare. Nella migliore delle ipotesi verrà convocato per andare in panchina, ma in ogni caso al centro dell'attacco ci sarà il croato Ante Rebic, l'uomo più in forma di questa fase della stagione: arrivato a settembre, scambio di prestiti biennali con l'oggetto misterioso André Silva (che all'Eintracht Francoforte è già in doppia cifra, 11 centri in 24 gare), rimasto a secco per tutto il 2019, di fatto ha iniziato a segnare quando il Milan ha ripreso Zlatan (e ceduto all'Hertha Berlino l'altro suo concorrente, Piatek). Si è sbloccato con la doppietta all'Udinese, gara in cui aveva giocato solamente il secondo tempo, nelle ultime 8 gare ha segnato 7 gol, l'ultimo lunedì, nel 4-1 al Lecce, andando pure ad abbracciare uno dei raccattapalle.

Al Via del Mare hanno segnato anche lo spagnolo Castillejo, al primo centro in questo campionato, Bonaventura (che è in scadenza di contratto, e assistito da Mino Raiola: nei mesi scorsi si era parlato anche di un interessamento della Roma, ora la pista sembra fredda) e Rafael Leao, subentrato proprio a Rebic, e autore di un gesto polemico, durante l'esultanza. Dovrebbe partire dalla panchina anche contro la Roma l'ex Lille, con la conferma di Castillejo e Calhanoglu a supporto di Rebic. I problemi Pioli li ha in difesa, visto che Musacchio è ko mentre Kjaer a Lecce è uscito dopo 40', per una distorsione alla caviglia, che sembrava dovesse fargli saltare la gara contro la squadra che lo prese in prestito dal Wolfsburg nel 2011-12, facendogli giocare 22 partite.

Al suo posto è entrato Gabbia, che sembrava destinato a fare coppia con Romagnoli: ora però le condizioni del danese sono migliorate, fino a domenica proverà a recuperare. In panchina si rivedrà Duarte, che manca dal 10 novembre. Intanto questa sera la 28ª giornata inizia con l'anticipo Juventus-Lecce: a corto di terzini Sarri adatterà Matuidi, in panchina si rivede Higuain.