Il Barcellona non è una squadra in crisi. Non è finito, non è alla deriva, non è crollato. Il Barcellona sta benissimo e contro la Roma ha perso perché ha trovato un avversario che ha giocato meglio, molto meglio, che ha disputato una partita perfetta.

Il Barcellona è quello di sempre e lo ha dimostrato nella 32esima giornata di campionato: al Nou Camp i blaugrana hanno ripreso da dove avevano lasciato. Il Valencia, terzo in classifica, si è dovuto arrendere (2-1) ai gol di Suarez nel primo tempo e Umtiti nella ripresa. E così il Barça come d'incanto è tornato invincibile in campionato, per giunta con il nuovo record d'imbattibilità della storia del pallone spagnolo.

Dopo aver eguagliato il primato della Real Sociedad del 1980, con 38 gare senza sconfitte, ieri pomeriggio la squadra blaugrana ha portato a 39 partite il nuovo record. In classifica il Barcellona ha portato a 14 i punti di vantaggio sull'Atletico Madrid, impegnato oggi contro il Leganes, quando mancano sei turni (sette per i Colchoneros) al termine della Liga. Numeri impressionanti per il Barça che prima della serata dell'Olimpico era imbattuta anche in Champions League. La vittoria sul Valencia ha ribadito un concetto: la Roma ha battuto una squadra invincibile in Spagna.