Giovanni Malagò, presidente del Coni, esprime ancora una volta la sua perplessità su una possibile ripresa del campionato e invita il calcio a elaborare un piano alternativo: "È chiaro che non è possibile generalizzare tutto tra sport individuali e collettivi e calendari diversi, è un discorso chirurgico che va affrontato in un modo di profonda conoscenza della materia - ha detto a Tgcom 24- Il mio ragionamento l'ho sempre sostenuto senza alcuna polemica, ho solo evidenziato che, sarà un caso, ma tutti gli sport hanno preso decisioni diverse dal mondo del calcio e sono state tutte decisioni sofferte".

"Vediamo quello che succede – prosegue Malagò - ma è meglio avere la certezza di un piano alternativo che non è il massimo ma rappresenta un punto fondamentale, che invece scommettere tutto su un campionato che si riapre e soprattutto sulla certezza di un campionato che finisce. Al momento questa certezza nessuno la può dare".