La notizia circolava ormai da diverso tempo, ma oggi è arrivata anche l'ufficialità. Nonostante la retrocessione della scorsa edizione, la Germania sarà inserita nella Lega A, portata a 16 squadre, della Nations League 2020-21. Tramite il proprio sito, l'Uefa ha annunciato i cambiamenti, pubblicando anche l'elenco di tutte le squadre partecipanti. Da notare la promozione della Bosnia di Dzeko. Il sorteggio dei gironi si terrà il 3 marzo del 2020.

"In seguito a una modifica al formato della competizione, sono state confermate le quattro leghe della UEFA Nations League 2020/21. I gironi di ogni lega verranno determinati con un sorteggio il 3 marzo 2020 ad Amsterdam. L'edizione 2020/21 della competizione vedrà in gara 16 squadre nelle Leghe A, B e C e sette nella Lega D. Le squadre sono assegnate alle rispettive leghe in base alla classifica generale dopo la UEFA Nations League 2018/19, l'edizione inaugurale.

Lega A

Portogallo (campione in carica), Olanda, Inghilterra, Svizzera, Belgio, Francia, Spagna, Italia, Bosnia ed Erzegovia, Ucraina, Danimarca, Svezia, Croazia, Polonia, Germania, Islanda

Le squadre saranno suddivise in quattro gironi da quattro. Le vincitrici dei gironi parteciperanno alla fase finale di UEFA Nations League a giugno 2021 (semifinali, finale terzo posto e finale primo posto), fino a decretare la seconda vincitrice della UEFA Nations League. Tra le partecipanti alla fase finale verrà decretata una nazione ospitante.
Le ultime classificate nei gironi retrocederanno in Lega B.

Lega B

Russia, Austria, Galles, Repubblica Ceca, Scozia, Norvegia, Serbia, Finlandia, Slovacchia, Turchia, Repubblica d'Irlanda, Irlanda del Nord, Bulgaria, Israele, Ungheria, Romania. Le squadre saranno suddivise in quattro gironi da quattro. Le quattro vincitrici dei gironi conquisteranno la promozione. Le ultime classificate nei gironi retrocederanno in Lega C.

Lega C

Grecia, Albania, Montenegro, Georgia, Macedonia del Nord, Kosovo, Bielorussia, Cipro, Estonia, Slovenia, Lituania, Lussemburgo, Armenia, Azerbaigian, Kazakistan, Moldavia Le squadre saranno suddivise in quattro gironi da quattro. Le quattro vincitrici dei gironi conquisteranno la promozione. Due squadre della Lega C retrocederanno in Lega D per la terza edizione del torneo nel 2022/23. Queste due squadre verranno determinate con i play-out (in casa e fuori), che verranno disputati tra le quattro quarte classificate di ogni girone della Lega C.

Lega D

Gibilterra, Isole Faroe, Lettonia, Liechtenstein, Andorra, Malta, San Marino. Le squadre saranno suddivise in un girone da quattro e uno da tre.

Il cambio di formato - spiega il comunicato dell'Uefa -  è nato dopo una serie di colloqui tra le 55 federazioni UEFA e rispecchia il desiderio di ridurre ulteriormente il numero di amichevoli. Inoltre, aumenta l'imparzialità perché tutte le squadre dei gironi da quattro giocheranno l'ultima partita lo stesso giorno e alla stessa ora. Infine, il numero di partite competitive durante la fase a leghe passerà da 138 a 162, aumentando il valore commerciale della competizione. La fase finale, che ha riscontrato grande successo, rimane immutata: le quattro vincitrici dei gironi della Lega A si affronteranno per decretare la vincitrice della UEFA Nations League".