Come era prevedibile, vista la storica e imperitura rivalità tra i due Paesi, Brasile-Argentina non è terminata con il triplice fischio dell'arbitro. Proprio l'operato del direttore di gara è stato preso di mira e criticato aspramente dagli argentini, Leo Messi in testa, convinti che il 2-0 finale sia stato condizionato anche da alcuni gravi episodi non analizzati al Var, Nell'azione che ha preceduto il raddoppio verdeoro realizzato da Firmino, infatti, Aguero è stato abbattuto in area di rigore da Dani Alves, ma l'episodio non è stato ritenuto degno di chiamata della video assistenza. 

Forti della conquista della finale di Coppa America, i brasiliani hanno preso in giro gli acerrimi rivali e non stiamo parlando solamente di tifosi. Il quotidiano Lance!, ad esempio, ha pubblicato una foto su twitter, taggando il giornale argentino Olé con un perentorio "O Messi, ciao ciao, Ave Diario Olé, abbiamo un omaggio anche per voi". Immediata la replica albiceleste, "Molto bella la copertina, ma vi raccomandiamo altre foto" il tweet di risposta, accompagnato dalle immagini dei due possibili rigori non fischiati all'Argentina. I brasiliani hanno poi ricordato tutti i favori arbitrali ricevuti da Boca River Plate contro le squadre brasiliane in Libertadores, fornendo l'assist a Oléche ha ricordato come il bilancio delle Libertadores vinte sia di 25 a 18 a favore di squadre argentine. Lance! ha chiuso il dibattito ricordando i 13 trofei vinti dal Brasile dal 1994 al 2014 contro lo zero assoluto dell'Argentina.