Si è salvato per miracolo Juan Manuel Calderon, il cugino di Reyes che viaggiava con quest'ultimo in auto il giorno dell'incidente in cui l'ex calciatore del Siviglia ha perso la vita

Attimi terribili, quelli vissuti dai due, come dichiarato dal sopravvissuto al quotidiano El Mundo: "Non so cos'abbia fatto Josè, non ricordo. Non mi sono accorto di quello che stava succedendo perché stavo guardando fuori dal finestrino. Stavamo volando". 

Secondo le ricostruzioni, Il mezzo viaggiava a 237 km/h su una strada dove il limite di velocità era di 120 chilometri orari e ha percorso 35 metri in aria prima di terminare la sua corsa