Sui giovani. 
"Dai giovani c'è da aspettarsi una grandissima partita a volte, altre un po' meno. Dobbiamo assolutamente aspettarli, dar loro fiducia, sono giovani e hanno grande talento".

Sugli obiettivi. 
"Il nostro obiettivo ora è qualificarci all'Europeo: abbiamo un ranking troppo brutto, col 17esimo posto, per essere l'Italia, e siamo una nazionale che deve andare in campo sempre per vincere. Spero sia una nazionale che piaccia perchè ha dei giocatori tecnicamente bravi. Spero che questo possa avvicinare tutti i tifosi alla squadra. In questo momento c'è un buon entusiasmo e credo che questo sia molto importante. Se devo pensare a un errore, dico la seconda partita di Nations League: siamo andati in Portogallo e abbiamo cambiato completamente la squadra: forse li' potevamo cambiarne metà. Ma il nostro obiettivo è far crescere i giovani, e i giovani hanno bisogno di partite così".