La Fifa ha fissato al prossimo 11 aprile la prima udienza d'appello sul caso Chelsea. A inizio marzo, la commissione d'appello aveva deciso di respingere il ricorso del club londinese, che chiedeva la sospensione della pena in attesa di conoscere tutti i gradi di giudizio. Sotto processo per aver violato alcune norme inerenti il tesseramento di minori, il Chelsea è stato punito con il blocco del mercato in entrata per le prossime due sessioni di mercato. Una situazione che costringerà la proprietà a mantenere buona parte della rosa, anche a costo di fare sforzi importanti per i prezzi pregiati, come Hazard, o per i calciatori scontenti dell'attuale situazione sportiva, come Christensen.