Kamara di nuovo nei guai. L'attaccante del Fulham, dopo che nei giorni scorsi era arrivato alle mani col compagno di squadra Mitrovic durante una sessione di yoga, è stato arrestato in seguito ad aver aggredito alcuni componenti dello staff dei Cottagers. I dissapori nascono dal fatto che il nuovo allenatore della squadra inglese, l'ex giallorosso Claudio Ranieri, da inizio stagione alla guida del Fulham, aveva messo praticamente fuori squadra l'attaccante francese, ritenuto un elemento negativo all'interno del gruppo. L'incontro poi degenerato doveva servire a ricucire un rapporto che, come evidenziato dall'epilogo, è ormai irrecuperabile.

L'intervento della polizia

La riunione tra Kamara e lo staff è degenerata, tanto che è stato necessario l'intervento della polizia inglese, che ha dichiarato: "Siamo intervenuti lunedì poco dopo le 17. Kamara è stato arrestato per aggressione e lesioni personali ed è stato tenuto in custodia in una stazione di polizia nel sud di Londra. Le indagini continuano". La posizione ufficiale del club, riportata dal Daily Mail, è chiara: "La persona arrestata è bandita a tempo indefinito da Motspur Park e da tutte le attività che riguardano il nostro club. Non ci saranno altri commenti al riguardo, ma il Fulham collaborerà a ogni indagine o procedimento legale che riguarda questo caso, per garantire a tutti un luogo di lavoro sicuro".