"Quest'anno è stato estremamente difficile: siamo finiti a prendere direzioni diverse rispetto alle idee iniziale. È estremamente attrattivo come campionato il nostro, è arrivato un fondo straniero per il Genoa: abbiamo 8 proprietari stranieri. Abbiamo enormi potenzialità, dipende dai club e da noi dare l'impulso forte che ha caratterizzato la mentalità degli scorsi mesi, il cui impulso perso dalla pandemia". Sono le parole di Paolo Dal Pino, presidente della Lega Serie A, rilasciate a Radio Deejay. Il numero uno del massimo campionato italiano ha poi, inevitabilmente, toccato l'argomento Dazn: "Tutti gli studi che il nostro gruppo ha commissionato in relazione alla potenzialità di trasmissione evidenziavano la possibilità di trasmettere senza problemi: criticare è facile, l'unico tema è che siamo solo su una piattaforma"

"I diritti tv sono una materia complessa - ha spiegato -, ci sono regole per la vendita. Ci sono stati dei player che hanno fatto offerte, Dazn ha vinto: bisogna dare il tempo per regolarsi, ma la Lega non sta a guardare: per noi è inaccettabile quello che stiamo vedendo, lo abbiamo detto al loro ad e aspettiamo i loro correttivi. Le prime giornate sono state complicate, l'ultima ha dato problemi e la Lega è parte passiva: possiamo solo protestare con Dazn e chiedere che vengano introdotti strumenti di controllo".