Si conoscerà questa sera l'avversario che dovrà affrontare l'Italia nei quarti di finale di Euro 2020. Sono due le gare in programma oggi: alle 18 si gioca Olanda-Repubblica Ceca e alle 21 c'è Belgio-Portogallo, quella che interessa direttamente gli Azzurri.

Olanda-Repubblica Ceca

Si disputa alla Puskas Arena di Budapest il primo ottavo di finale di giornata. L'Olanda ha vinto il girone C vincendo tutte le partite, segnando otto gol e subendone due. Numeri importanti per la squadra di De Boer che arriva alla gara odierna con i favori del pronostico. La Repubblica Ceca di Schick si è invece qualificata al terzo posto del raggruppamento D con 4 punti e ha vissuto una vigilia quanto meno particolare. Nella mattinata di ieri, quando l'aereo della squadra doveva partire alla volta dell'Ungheria, è stato necessario far ritardare il decollo a causa dell'apertura inattesa di uno scivolo di sicurezza. Il gruppo ha dunque svolto la rifinitura a Praga per poi partire in serata. Intanto l'episodio è diventato virale sui social e sul web, anche grazie al commento su Twitter del centrocampista Kral: «Mi sono imbattuto in ritardi nei voli, trasferimenti e persino cancellazioni a causa del coronavirus. Ma non volare a causa di uno scivolo gonfiato accidentalmente… questa è la prima volta».

Altro imprevisto, stavolta sul campo, è l'infortunio di Darida. Il capitano ceco si è fatto male durante l'allenamento di venerdì e potrebbe non far parte dell'undici schierato da Jaroslav Šilhavý. Questo l'unico sostanziale dubbio, per il resto si va verso la conferma del 4-2-3-1 con Patrick Schick da centravanti. L'attaccante ex Roma si è rivelato essere una delle sorprese di questo Europeo. Oltre ai tre gol segnati in tre partite, il secondo di questi da centrocampo, ha dato un grande supporto alla manovra offensiva dei suoi. Dall'altra parte del campo gli Oranje, vogliosi di mettere ancora in mostra il gioco e la costanza offensiva del girone. Non ha grosse assenze da fronteggiare De Boer che nel 3-5-2 può schierare un brillante Depay. «È una squadra molto tosta - ha dichiarato riferendosi ai cechi l'attaccante (da poco) del Barcellona - ogni volta che la affrontiamo è sempre una partita molto difficile. Dovremo dare il 100% se vogliamo passare il turno». Chi vincerà oggi, affronterà la Danimarca ai quarti il 3 luglio.

Belgio-Portogallo

Gli occhi degli italiani vanno tutti sulla sfida delle 21 a Siviglia. La vincente tra Belgio e Portogallo si metterà sul percorso azzurro ai quarti. «Il Belgio segna e raramente fa fatica, ci sono alcuni giocatori che sono più decisivi, ma certo non marcheranno a uomo e nemmeno noi. Queste squadre hanno una classe simile. È una finale, bisogna vincere». Le parole di Santos riassumono bene l'approccio dei portoghesi, arrivati agli ottavi da terzi nel gruppo F. 4-3-3 per Cr7 e compagni, pronti ad affrontare la qualità belga, con De Bruyne da trascinatore. Il talento del Manchester City ha sempre un impatto decisivo sul gioco della sua squadra e la sinergia con Lukaku è l'arma che cercheranno di sfruttare per strappare un biglietto per i quarti. «Ci prepariamo da mesi per queste partite - ha detto il Ct Martinez - ci faremo trovare pronti per una sfida difficile».