Con l'aumentare dell'emergenza, la Polizia di Roma Capitale introduce nuove disposizioni operative per controllare il rispetto dei precetti dei dpcm emanati negli scorsi giorni. Tra queste c'è la stretta sui posti di blocco per i veicoli: non saranno più effettuati controlli a campione, ma le forze dell'ordine avranno l'obbligo di "fermare tutti i veicoli al fine di verificare la legittimità degli spostamenti".

Gli spostamenti saranno considerati giustificati solo per motivi di salute, di lavoro o di necessità. Se chi verrà fermato sarà munito di autocertificazione, quest'ultima verrà acquisita dagli agenti; se ne è sprovvisto, gliene verrà fornita una copia da un agente. 

Ogni posto di blocco sarà formato da due veicoli. Circa le modalità di svolgimento dei controlli, la circolare dispone che: "I veicoli devono essere tutti accodati e sottoposti al controllo, la eventuale fila di vetture deve interrompersi solo in presenza di evidente situazione di pericolosità per la sicurezza della circolazione".

L'obiettivo di queste nuove misure è quello di "far capire a tutti che la Polizia Locale e nazionale sta eseguendo in concreto controlli mirati, senza ovviamente ingenerare paura ingiustificata o altro ma timore e rispetto per i controlli certamente sì".