A quarant'anni dall'uscita di "Fabrizio de André e Pfm in concerto" e a vent'anni dalla scomparsa del poeta, Pfm torna sui palchi di tutta Italia con "Pfm canta De André - Anniversary", un tour che rende omaggio a quel fortunato sodalizio. La tappa romana è in programma stasera, dalle ore 21, al teatro Brancaccio di via Merulana 244.

Un tour eccezionale

«La nostra tournée è stata il primo esempio di collaborazione tra due modi completamente diversi di concepire e eseguire le canzoni. Un'esperienza irripetibile perché Pfm non era un'accolita di ottimi musicisti riuniti per l'occasione, ma un gruppo con una storia importante, che ha modificato il corso della musica italiana. Ecco, un giorno hanno preso tutto questo e l'hanno messo al mio servizio…».

Con queste parole il grande cantante genovese parlava di uno dei sodalizi più di successo della musica italiana. Un sodalizio che va ancora avanti e che sembra non trovare un punto d'arresto, andando a toccare l'interesse e la passione musicale di giovani e meno giovani, e continuando a tenere viva la memoria del grande Faber, le cui arte è accompagnata da un'attualità sorprendente. Per rinnovare l'abbraccio tra il rock e la poesia, alla scaletta originale del tour in questione saranno aggiunti anche brani tratti da "La buona Novella".  Sul palco ci sarà una formazione spettacolare, con due ospiti d'eccezione come Michele Ascolese, chitarrista storico di Faber, e Flavio Premoli pianista dalle qualità indiscusse.

"Pfm canta De André - Anniversary" arriva dopo l'intenso tour mondiale che ha riscosso un travolgente successo dal Giappone alle Americhe passando per il Regno Unito, per poi fare tappa nel nostro Paese nel corso dell'estate. Durante i concerti, oltre ai più grandi successi del suo vastissimo repertorio, Pfm ha presentato anche brani tratti dal nuovo album "Emotional Tattoos" (uscito in tutto il mondo il 27 ottobre, per InsideOutMusic/SonyMusic).

Una band esuberante

Il gruppo musicale è stato invitato, per la terza volta, a salire a bordo della "Cruise to the edge" (Ctte) che partirà a febbraio da Miami. La Pfm (Premiata Forneria Marconi) è l'unico artista italiano che parteciperà all'evento insieme alle più grandi prog band del mondo, capitanate degli Yes. La Premiata Forneria Marconi è un gruppo musicale molto eclettico ed esuberante, con uno stile distintivo che combina la potenza espressiva della musica rock, progressive e classica in un'unica entità affascinante.

Nata discograficamente nel 1971, la band ha guadagnato rapidamente un posto di rilievo nella scena internazionale, entrando nel 1973 nella classifica di Billboard (per "Photos Of Ghosts") e vincendo un disco d'oro in Giappone. È musicalmente imparentata con band come i Genesis, la parte progressive dei Pink Floyd o i primi King Crimson e Gentle Giant. Continua fino ad oggi a rappresentare un punto di riferimento.

Recentemente è stata premiata con la cinquantesima posizione nella "Royal Rock Hall of Fame" di cento artisti più importanti del mondo. Il 13 settembre 2018 è stata premiata come "Miglior artista internazionale dell'anno" ai Prog Music Awards Uk. Quanto imparato con De André è stato importantissimo per il gruppo, gli ha dato modo di iniziare a dedicare maggiore attenzione ai testi e all'aspetto comunicativo della propria musica.