Torino-Fiorentina è l'ottavo di finale più incerto della domenica di Coppa Italia. I granata, nostri avversari sabato pomeriggio all'Olimpico alla ripresa del campionato, possono contare sul fattore campo, i viola sull'ultimo arrivato Muriel. «Per noi si tratta di una gara sicuramente difficile ma molto importante - ha dichiarato il granata ed ex giallorosso Iago Falque - Teniamo molto al passaggio del turno, i quarti sono un obiettivo alla portata».

In campo oggi scendono anche Inter e Napoli. I nerazzurri (ore 18) ospitano il Benevento: sarà la prima delle due gare che i milanesi dovranno giocare a porte chiuse, l'altra sarà in campionato col Sassuolo (quella contro il Bologna sempre in campionato la disputeranno senza curva). «Sarà come giocare una gara di allenamento, contro una squadra forte ma comunque in stile amichevole - ha dichiarato Luciano Spalletti con riferimento alle porte chiuse - Si è dato un segnale forte per quanto è successo a Santo Stefano ma servono comunque delle riflessioni perché in questo modo si penalizza chi non c'entra nulla».

A chiudere la domenica di Coppa Italia sarà il Napoli che al San paolo ospita il Sassuolo. La conferenza di Ancelotti è stato il modo per tornare sull'argomento razzismo: «Se c'è un problema, con la nostra creatività si può risolvere. Però ci vuole la volontà da parte di tutti - ha detto - C'è un protocollo che con l'Inter non è stato rispettato, e noi vogliamo che lo sia. Gravina sta provando a semplificarlo, non si è parlato di sospensione ma di interruzione temporanea delle partite. Ci sentiamo coinvolti in questa campagna»