Daniele De Rossi non potrà più vestire la sua fascia da capitano personalizzata. La Lega Serie A aveva comunicato che per questa stagione tutte le squadre avrebbero dovuto utilizzare una fascia standard fornita dalla lega stessa. Nella prima giornata però il capitano della Roma e altri non avevano rispettato la nuova regola. Non è stato preso nessun provvedimento nei loro confronti ma oggi è stato emesso un comunicato relativo alle divise da gioco che ha ribadito il concetto e lo ha reso ufficiale. "Tutto ciò che non è esplicitamente consentito dal presente regolamento deve intendersi come espressamente vietato" dice il suddetto comunicato e poi, con l'articolo 11 si specifica: "Il capitano in ciascuna delle gare delle competizioni organizzate dalla Lega, deve portare, quale segno distintivo, esclusivamente una fascia fornita dalla stessa Lega. La Lega si riserva la facoltà, in occasione di eventi speciali, di proporre la realizzazione di fasce da capitano celebrative". All'articolo 13 invece si definiscono termini di controllo: "La Lega disporrà rigorosi ed assidui controlli in occasione delle gare ufficiali. Tali controlli avranno lo scopo di verificare, tra l'altro, se le divise di gioco utilizzate siano conformi a quelle depositate e autorizzate". In caso di eventuali violazioni, da questo momento in poi saranno presi dei provvedimenti segnalando il tutto "ai competenti organi di giustizia sportiva le società di appartenenza".