Potrebbe essere un romanista, l'ultimo portiere infilato da Daniele De Rossi con la maglia della Roma: si sa come vanno certe cose, se capita un rigore, in partite come questa, lo tira il giocatore più atteso, non il primo specialista (detto che DDR ha calciato rigori ben più pesanti: chiedere a Lippi e agli altri componenti della spedizione azzurra a Germania 2006...). Oggi, in una gara senza esigenze di classifica, potrà capitare di vedere attaccanti cercare più il fallo in area che il tiro in porta, per mandare sul dischetto il capitano (che oggi, al momento della standing ovation, lascerà il posto al 18enne Alessio Riccardi, che farà così il suo esordio in A). Ha in rosa un portiere brasiliano arrivato con grandi referenze (e l'aiuto dell'Inter) il Parma, ma domani, con buona pace dell'ex Cruzeiro e Seleçao U20 Gabriel Brazao, tra i pali del Parma ci sarà il 33enne Pierluigi Frattali. Luigi Sepe, che peraltro è in prestito, dal Napoli, ha giocato 37 partite su 37, senza saltare un minuto, ma ora che i gialloblù sono salvi, alcune rotazioni sono permesse: D'Aversa in conferenza ha annunciato che farà esordire gente che non ha mai giocato in A, e un paio di domande dopo ha fatto il nome di Frattali. Che a Parma ha fatto solamente un due anni e mezzo, ha il contratto in scadenza tra un mese, ma ha lasciato ottimi ricordi: titolare in B con l'Avellino, nel gennaio del 2017 scese di categoria per salire in Emilia, 14 partite in serie C, e 42 in B, due promozioni da titolare in un anno e mezzo, prima di lasciare i guanti a Sepe.

Da Trigoria all'Astrea

Aveva debuttato tra i professionisti a Frosinone il romano Frattali, 22 gare in serie B nel 2008-09, dopo quattro stagioni con zero presenze, e un prestito all'Astrea, titolare in serie D nella squadra delle guardie carcerarie, a 18 anni. Il Frosinone lo aveva preso 17enne nel San Lorenzo, lo storico club dilettantistico di Via dei Gordiani, zona Centocelle, ma la sua carriera era iniziata con le giovanili della Roma: quando Daniele De Rossi faceva parte degli Allievi Regionali classe 1983 affidati a Ugolotti, Frattali, classe 1985, stava con i Giovanissimi Regionali di Valter Casaroli, preparatore dei portieri Francesco Quintini. In mezzo, con gli '84, c'era Alberto De Rossi, che l'anno dopo prese gli '85 e li portò a una finale scudetto, persa con il Torino. Ma per Frattali (nato il primo dicembre: nelle categorie più giovani per quelli del secondo semestre è tutto più difficile) non c'era spazio, perchè la Roma puntava tutto su Gianluca Curci. Solo lui e Galloppa hanno debuttato in serie A, di quel gruppo: da oggi ci sarà anche Frattali, nel giorno dell'addio di quel ragazzino biondo che incontrava a Trigoria vent'anni fa.