La pausa per le nazionali volge al termine, inizia il conto alla rovescia per poter tornare a tifare la Roma. Domenica alle ore 15 è in programma il big-match dell'Olimpico contro il Napoli, una ghiotta occasione per voltare pagina dopo la cocente sconfitta di Ferrara con la Spal. Sono 32.000 al momento i tifosi certi di poter prendere parte alla sfida, considerando i poco meno di 24mila possessori di un abbonamento stagionale e gli altri 8mila che si sono assicurati un tagliando nella fase di vendita libera. Esaurite come noto la Curva Sud Centrale e Laterale, sono a disposizione tutti gli altri settori con le sole eccezioni dei due Distinti Nord: uno dedicato alla tifoseria ospite, l'altro in attesa di un tutto esaurito in Distinti Sud prima di essere aperto al pubblico. Si va dai 30 euro per un biglietto di Curva Nord ai 40 euro per i Distinti compresi tra Curva Sud e Tribuna Tevere (disponibilità piuttosto bassa) e fino ai diversi mini-settori di Tribuna Tevere (da 55 a 70 euro) e Monte Mario (da 75 a 85 euro). Tagliandi che possono essere acquistati nelle ormai note modalità, ovvero: sul sito asroma.com, tramite Call center al numero dedicato (06.89386000) o via email (documenti@asroma.it), presso gli AS Roma Store, nelle ricevitorie abilitate Vivaticket oppure, infine, nel Foro Italico Ticket Office di Viale delle Olimpiadi.

Divieto per i residenti in Campania

Da segnalare, passando alla tifoseria ospite, il divieto di acquisto per tutti i residenti della Regione Campania, anche per quelli in possesso di un tessera di fidelizzazione (comprese quelle emesse dalla società giallorossa). Una decisione figlia della determinazione numero 12 dell'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive che, dopo essersi riunito mercoledì scorso, ha rimandato al Comitato Analisi la decisione definitiva sull'eventuale vendita in favore dei residenti in Campania in quanto partita «connotata da alti profili di rischio». Trentaduemila romanisti attendono con impazienza di poter fare ritorno tra le mura amiche dello stadio Olimpico, per spingere a colpi di voce la Roma ad un successo capace di allontanare momentaneamente le tante nubi di questa stagione. L'obiettivo è quello di far registrare almeno le 40mila presenze, per mantenere il quarto posto in Serie A per media spettatori (dietro ad Inter, Milan e Juventus), ma soprattutto per migliorare il dato dell'ultimo precedente interno (37.582) sfruttando anche il giorno e l'orario di inizio della sfida. Roma-Napoli sarà difatti soltanto la seconda partita di questa stagione disputata all'Olimpico di domenica alle ore 15. Quella che un tempo è stata consuetudine, complice il radicale cambiamento del calcio europeo, è oramai diventata una rarità e come tale andrebbe sfruttata per godersi un pomeriggio di tifo e passione. L'ultimo precedente in tale fascia oraria, oltretutto, risale al vittorioso 4-1 contro la Sampdoria dell'11 novembre del 2018 – con le reti di Jesus, Schick ed El Shaarawy (doppietta) che consegnarono i tre punti agli allora uomini di mister Di Francesco. Sono tre invece, considerando anche gli impegni in trasferta, le sfide disputate di domenica alle ore 15 per un bilancio di una vittoria, un pareggio (3-3 a Bergamo) e una sconfitta (2-0 a Bologna).

Mercoledì con la Viola

Dall'Olimpico all'Olimpico, neanche tre giorni e lo stadio ritroverà presto i suoi romanisti. Mercoledì 3 aprile alle ore 21 andrà difatti in scena la sfida contro la Fiorentina, una gara per la quale è attiva la promozione dedicata ai tifosi e alle tifose under 14 che, in presenza di un adulto accompagnatore munito di abbonamento o tagliando, potranno accedere gratuitamente in Monte Mario Sud e Monte Mario Nord. Prima però ci sono sei giorni a disposizione per riempire l'Olimpico e garantirsi la possibilità di aiutare la Roma nel difficile incontro con il Napoli.