La Roma perde 5-2 ad Anfield contro il Liverpool nell'andata della semifinale di Champions League: decidono le doppiette di Salah e Firmino e il gol Mané per i Reds che prendono il largo in 70, nel finale la squadra di Di Francesco reagisce e segna due reti, con Dzeko e Perotti su rigore. La Roma parte bene, con personalità, e colpisce anche una traversa con Kolarov, poi i padroni di casa prendono coraggio e, spinti dalla Kop, cingono d'assedio i giallorossi. Dopo due occasioni clamorose fallite da Mané, al 35' Salah inventa un sinistro a giro che si infila sotto la traversa. I giallorossi sbandano e, subito prima dell'intervallo, incassano un altro gol: lo firma di nuovo l'egiziano, finalizzando un contropiede micidiale con un tocco sotto che scavalca Alisson.

In avvio di ripresa l'ex romanista, scatenato, si libera in area e serve Mané che insacca il tris. La squadra di Di Francesco, tramortita, incassa altre due reti da Firmino. Sul 5-0 i Reds si rilassano e la Roma ne approfitta: all'81' Dzeko raccoglie il lancio di Nainggolan e da due passi trafigge Karius. Passano solo 4' e Milner tocca il pallone con la mano in area: l'arbitro decreta il calcio di rigore, che Perotti insacca. Finisce così: nella gara di ritorno servirà un'altra impresa ai limiti dell'impossibile per cercare di arrivare a Kiev.