La Spagna è invasa. No, non si parla né della conquista dell'Iberia da parte degli antichi romani né di quella che avverrà il 4 aprile con migliaia di tifosi giallorossi per le vie del Barri Gòtic. La Spagna è stata invasa dalle parole che la redazione de "Il Romanista" ha scritto e indirizzato a Josep Maria Bartomeu, presidente del Futbol Club Barcelona, chiedendogli di abbassare il prezzo di 89 euro fissato per il settore ospiti dei quarti di finale. Proprio oggi è uscito il comunicato ufficiale della Roma che conferma il prezzo altissimo dei biglietti al Camp Nou. 

Se, tramite un amico giornalista catalano, dalla dirigenza Barcellona hanno fatto sapere che secondo loro si tratta di un prezzo ragionevole, lo stesso non si può dire per ciò che riguarda i tifosi blaugrana. A partire dalla prima mattina, infatti, tutti i giornali sportivi e le principali radio in Spagna hanno pubblicato il testo della nostra lettera chi in spagnolo, chi in catalano, chi in inglese. E così gli articoli dei siti di Marca, Mundo DeportivoAsSport, Ara, 20minutos, Marca English e As English sono stati condivisi e commentati da centinaia di persone solidali col problema da noi sollevato.

Una parte della lettera è stata addirittura tradotta in arabo da parte di alcuni fan club blaugrana nel mondo.

Ma, non ce ne voglia la stampa sportiva spagnola, il risvolto che più ci ha emozionato è stato il messaggio di solidarietà ricevuto da "Seguiment FCB", un'associazione di soci del club catalano che "vivono il barcelonismo come un sentimento, non come un business". Tra i loro obiettivi quello di recuperare un ambiente più caldo al Camp Nou e quello di fondare un'agenzia di viaggi del Barcelona per aiutare i tifosi nelle trasferte.

Questa è la loro opinione scritta su Twitter: «Quelli del Romanista si lamentano, giustamente, che il Barça chiederà ai tifosi romani quasi 90 euro per il Camp Nou, mentre noi a Roma ne pagheremo 60. Da tempo chiediamo una convenzione sui prezzi dei settori ospiti: è giusta e necessaria. A Las Palmas, la scorsa stagione, hanno chiesto 200 euro ai culers, per fare l'esempio inverso. Che nelle competizioni Uefa si faccia un accordo come avviene in altri campionati».

Proprio ieri sul sito del Barcellona è uscito il prezzo ufficiale dei biglietti destinati ai tifosi blaugrana per la gara di ritorno all'Olimpico: come anticipato, pagheranno 60 euro, cioè circa un terzo in meno di quanto faranno i romanisti. Anche se non è una regola scritta, è del tutto assente il principio di reciprocità che vorrebbe quantomeno prezzi simili per le due tifoserie: ci auguriamo che almeno una telefonata da Trigoria sia arrivata. Il messaggio, comunque, dalle parti del Camp Nou deve essere arrivato forte e chiaro. A quanto pare, la dirigenza del Barça non ha avuto il coraggio di compiere una scelta nel senso da noi suggerito. Lo scopo della nostra azione, per quanto ci riguarda, è già in buona parte raggiunto: dare visibilità al tema del caro-biglietti. Che è un tema che va affrontato urgentemente su più fronti: locale, nazionale e internazionale. Prima che sia troppo tardi.

Leggi la lettera scritta da "Il Romanista" al presidente del Barcellona Bartomeu