Al termine di Roma-Crotone, Eusebio Di Francesco ha commentato la vittoria giallorossa per 1-0. Ecco le sue dichiarazioni:

DI FRANCESCO A PREMIUM SPORT

Non è facile giocare ogni tre giorni.

Potevamo fare meglio in fase offensiva nel chiudere le azioni create, abbiamo preso due pali e forse c'è stata un po' di sfortuna anche oggi. Ma potevamo essere più determinati. Alla fine sono arrivati i tre punti

Sei cambi su undici, un po' troppo o è l'unica via?
Stiamo giocando molto, quella contro il Chelsea sarà la terza partita importante in sei giorni. E' opportuno modificare vedendo anche le condizioni di alcuni giocatori. Oggi ho messo Karsdorp che non giocava da cinque partite, mettendogli vicino giocatori che hanno giocato di più.

D'accordo con Allegri che ha detto che il campionato si deciderà verso la fine? La Roma sarà ancora lì?
Mi auguro di essere lì anche noi. E' giusto quello che dice Max che ha grande esperienza. Vanno vinte anche queste partite, credo che ora siamo la miglior difesa del campionato, ma per arrivare a vincere dobbiamo essere più cinici anche in avanti.

Pochi gol dei centrocampisti, come mai?
Radja ha avuto diverse occasioni in ogni partita. Volevo che le due mezzali accompagnassero di più l'azione perché non riesci ad allungare le squadre quando gli avversari si chiudono tanto, nel secondo tempo lo hanno fatto un po' meglio. Va bene così, si vede che i gol importanti dei centrocampisti arriveranno quando serviranno di più, ma dobbiamo essere più incisivi con i centrocampisti, avete ragione.


Su twitter le chiedono se Under può fare anche l'attaccante centrale...
Troppi esperimenti non vanno bene. Scrivere è facile, credo che le alternative ad Edin siano Defrel e Schick. Schick non è pronto, vedremo se contro il Bologna lo farò entrare a partita in corso.

C'è sempre stata una continuità contro tutte le squadre. E' il messaggio più importante dei suoi ragazzi?
Sì, è l'atteggiamento e il modo di prepare le gare che fanno la differenza. Le partite non si vincono con il budget, ma cono la mentalità. Si può vincere 1-0 o 2-1 anche contro le piccole, perché io prima ero dall'altra parte e vi assicuro che non abbiamo mai reso la vita facile a nessuno. E' chiaro che vorremmo soffrire meno e segnare di più

DI FRANCESCO A SKY SPORT

Vittoria sofferta
Dovevamo essere più bravi a chiudere alcune situazioni, soprattutto con le mezzali. Dobbiamo essere più bravi a concretizzare a grande mole di gioco. Nel secondo tempo abbiamo fatto un pochino meglio perché allungavamo di più il Crotone creando tante situazioni dove siamo stati poco precisi nell'ultimo passaggio. Contro determinate squadre il palleggio è importante ma non fine a se stesso.

Troppo turnover rallenta il processo di crescita?

Piace vedere una squadra che cresce insieme, vedere giocatori come Karsdorp ad esempio. Bisogna capire che da oggi fino a martedì ci sono tre partite importanti e non posso spremere alcuni giocatori perché vengono da infortuni o altro. Ho fatto delle scelte, magari per qualcuno rischiose, però la squadra sa quello che vuole e quello che deve fare. Dobbiamo migliorare determinati meccanismi, ma siamo la miglior difesa del campionato e per noi questo è un grande risultato.

Visto come è andata la gara, hai cambiato troppo o poco?
Abbiamo preso due pali e fatto venti tiri in porta, è mancata precisione. Bisogna osare di più quando arrivano queste partite per portare tutti i giocatori ad avere una condizione ottimale per affrontare questi cicli di gare. Questa è stata la mia scelta, a casa abbiamo portato tre punti importanti, anche se mi aspettavo qualcosa di più in fase realizzativa.


Sabato c'è tuo figlio, Donadoni lo ha fatto riposare...
Anche l'anno scorso lo hanno fatto riposare prima di incontrarmi e hanno vinto e lui ha fatto un assist. Gli auguro di far bene, ma dalla prossima in poi.


DI FRANCESCO A ROMA TV

Difficoltà nel chiudere la partita
Dovevamo essere più determinati e cattivi nel prendere la porta. Edin lo ha fatto, colpendo anche una traversa e cercando spesso di fare gol. E' ovvio che devi chiudere le partite, perché magari può capitare anche un rimpallo nei minuti finali. Soddisfatto di Karsdorp perché non poteva essere al meglio. Anche dal punto di vista tattico sta ancora lavorando, ma ha una forza, un'esuberanza e una personalità molto importanti. Mi auguro sia un primo tassello importante.

La catena di destra ha avuto qualche difficoltà. C'è stato poco equilibrio tra sinistra e destra anche per via dei nuovi innesti?
Sono d'accordo, infatti ho scelto di mettere Nainggolan lì per facilitare un po' il discorso generale sulla destra. Le due mezzali devono essere più brave a smarcarsi. I gol sono sempre venuti quando uno dei centrocampisti ha allungato la squadra, dobbiamo lavorare meglio su questo.

Cosa ti è piaciuto e cosa no?
La linea difensiva sta migliorando, abbiamo lavorato molto bene sulle secondo palle, che loro cercano spesso. I due difensori hanno letto bene e subìto meno di quello che si poteva pensare. Invece non sono soddisfatto per alcune cose in attacco: dovevamo scegliere meglio come coprire l'area e fare meglio nell'ultima scelta.

Errori tecnici?
Qualche errore tecnico c'è stato, anche Allegri si è lamentato di questo e ha uno dei migliori attacchi. Ma il fatto di non innervosirsi e di mantenere questa linea difensiva è molto positivo.

Ancelotti ha detto che un grande allenatore non sta né un passo avanti, né un passo indietro la squadra, ma l'accompagna.
Ne faccio una ragione di vita e di lavoro, ma l'importante è che la squadra assimili al meglio e che si sentano tutti utili. Voglio un collettivo e non gli individualismi.


DI FRANCESCO ALLA RAI

Miglior difesa del campionato, ma fase offensiva lenta stasera.
Soprattutto nell'andare a chiudere la grande mole di gioco e le occasioni create. Ho fatto diversi cambi molti giocatori non hanno la brillantezza perché non hanno i 90 minuti nelle gambe. Era importante vincere, avremmo voluto soffrire di meno, ma va bene così.

Karsdorp come è andato?
Non giocava una gara ufficiale da cinque mesi, non posso che essere soddisfatto, ha giocato più di 80 minuti, nel finale ha avuto dei crampi. Si è proposto co qualità, ma deve ancora migliorare in fase difensiva e in alcune letture. E' un giocatore importante per noi.