L'acquisto più costoso del mercato estivo del Napoli ha segnato solamente tre gol, uno in più del terzino Di Lorenzo (che oggi non ci sarà, per squalifica). Sulla carta Victor Osimhen è costato 70 milioni più 10 di bonus, ma il Lille ne ha scalati 20 milioni per un pacchetto col 35enne portiere di riserva Karnezis e tre ex Primavera, tutti già tornati in Italia per andare alla Fermana. Il centravanti ha giocato solamente 12 volte in campionato, visto che a metà novembre si è lussato una spalla con la sua nazionale, e a fine dicembre, sempre in Nigeria, festeggiando il compleanno con un numero di invitati quantomeno discutibile in tempi di pandemia, ha preso il Covid.

E così si è rivelata utile la scelta della società di trattenere uno dei due classe 1987 che erano in scadenza nel 2020: Callejon è stato lasciato libero di andare alla Fiorentina, Mertens è stato trattenuto con un rinnovo fino al 2022.  E ha giocato più (anche se non di molto: 1.015' contro 941') del centravanti preso a gennaio per dare il cambio al titolare, Andrea Petagna. Quattro gol per il peso massimo cresciuto nel Milan insieme a Cristante, 5 per il brevilineo belga, arrivato nel 2013 dal Psv Eindhoven.

Dallo stesso club nel 2019 è stato preso il messicano Lozano, con la regia di Mino Raiola: deludente la sua prima stagione, con soli 4 gol, ma quest'anno, completato il processo di ambientazione, ne ha fatti già più del doppio, e con il prossimo arriverà in doppia cifra. Al momento l'unico ad averla centrata è Lorenzo Insigne, ed è solamente la quarta volta che ci riesce in 9 anni di serie A: nel 2018-19 era arrivato a 10, nel 2015-16 a 12, ora è a 13. Il suo record è 18, stabilito nel 2016-17, con Sarri in panchina: con ancora mezzo girone di ritorno da giocare (oltre al recupero della terza di andata con la Juventus, fissato per il 7 aprile) può benissimo migliorarlo.

Terzo miglior marcatore della squadra di Gattuso è Matteo Politano, romano e romanista, che un annetto fa era sbarcato a Fiumicino, felicissimo di poter giocare con la squadra che lo aveva cresciuto e venduto prima dell'esordio: all'ultimo momento l'Inter fece saltare lo scambio con Spinazzola, e lui finì a Napoli. Quest'anno ha giocato solamente 1.234' (contro i 2.250' di Di Lorenzo, il più utilizzato) ma gli sono bastati per fare 7 gol, uno ogni 176'. Gli altri ex sono Manolas, settimo per minuti giocati (1.505'), e Mario Rui, decimo (1.246'). Anche quest'anno il Napoli continua l'inusuale alternanza dei portieri: 14 presenze in campionato per Ospina, 12 per Meret.