Il Chievo resta in Serie A. Il Tribunale Federale Nazionale ha infatti dato ragione alla società di Luca Campedelli rendendo nullo il procedimento istruito dopo i deferimenti emessi dalla Procura per le plusvalenze cosiddette fittizie scambiate con il Cesena dal 2015 al 2017. La procura, molto probabilmente, farà ricorso in appello.

Ecco il comunicato ufficiale:

"Il Tribunale Federale Nazionale, presieduto da Roberto Proietti, ha dichiarato improcedibile il deferimento nei confronti della Società AC Chievo Verona Srl e, per l'effetto, restituisce gli atti alla Procura Federale. Accoglie il deferimento nei confronti della Società AC Cesena Spa, ed infligge una penalizzazione di punti 15 in classifica, da scontare nella stagione sportiva in corso 2018/2019, nel caso in cui la Società dovesse risultare iscritta a qualsivoglia campionato organizzato dalla FIGC".