"Tgcom24.it e Sportmediaset.it si dissociano fermamente dalle affermazioni dal tenore e dal contenuto razzista pubblicate da Paolo Bargiggia sul suo account personale di Twitter, in particolare quelle legate alla finale mondiale tra Francia e Croazia". Con un breve e incisivo comunicato le due redazioni di Tgcom e Sportmediaset ha in qualche modo scaricato il giornalista che nei giorni scorsi aveva scritto alcuni tweet a favore della Croazia dopo la vittoria contro l'Inghilterra che è valsa l'accesso alla finale dei mondiali di Russia 2018. In particolare Bargiggia, da tempo attestato apertamente su posizioni politiche di estrema destra, esaltava il valore "identitario, fiero e sovranista" della Croazia contro il "melting pop di razze e religioni" della Francia. Parole che nono sono passate inosservate e che hanno scatenato la reazione dei vertici dell'emittente. La risposta del giornalista non si è fatta attendere: "Purtroppo per i signori del comunicato segnalo che in Italia non é previsto il reato d'opinione, che la parola razza é contemplata dalla Costituzione e che il mio tweet non aveva contenuti razzisti. Mi riservo di tutelare la mia immagine nelle competenti sedi".