Luca Mazzitteli, ex prodotto del vivaio giallorosso, è diventato un nuovo calciatore del Genoa e si è presentato ai tifosi del suo nuovo club. Ha rilasciato un'intervista al quotidiano genovese Il Secolo XIX in cui ha parlato della sua esperienza in giallorosso, di Daniele De Rossi e di mister Di Francesco. Ecco uno stralcio delle sue dichiarazionie

L'esordio in Serie A

Al Ferraris: Genoa-Roma 1-0, Fetfatzidis. Entrai nei 30' finali, ero emozionato per il debutto, ma pure per lo stadio, speciale, diverso, uno dei più belli d'Italia, con i tifosi attaccati al campo. È un segno del destino essere qui: al Genoa ho detto subito sì.

La formazione nelle giovanili e l'esempio di De Rossi

Speriamo. In particolare le leve dal '91 al '95 hanno tirato fuori tanti giocatori arrivati in alto: spero di farcela pure io che lì ho fatto ben 9 anni. Se devo fare un nome di chi interpreta lo ‘spirito Roma' dico De Rossi: da come ti accoglie in spogliatoio a come è in campo. Un esempio.

Gli allenatori

Un po' tutti. Quello che ricordo con più piacere è Boscaglia: con lui a Brescia ho vissuto l'anno migliore. Ma anche Di Francesco, che merita di stare dov'è. O Bucchi e Iachini.