Non ci sarà il tutto esaurito questa sera, ma di certo l'atmosfera dello stadio San Paolo rispecchierà pienamente l'attesa spasmodica di una città che continua a sognare un titolo assente da quasi trent'anni. Sono infatti oltre 40mila al momento gli spettatori previsti, tra abbonati e paganti, per l'anticipo serale della ventisettesima giornata di Serie A.

Una vendita dalla quale sono stati esclusi nuovamente i romanisti residenti nel Lazio, i quali, in base alla determinazione numero 8 dell'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, sono stati privati ancora una volta della possibilità di portare i colori giallorossi in trasferta. Storture di un modello gestionale che se da un lato è chiamato ad un compito piuttosto difficile e pieno di insidie, dall'altro continua imperterrito a sviare ogni tipo di soluzione preferendo utilizzare uno strumento erga omnes, ovvero il divieto.

I pochi romanisti residenti nelle altre regioni italiane cercheranno comunque di far sentire le proprie voci, un'impresa tutt'altro che semplice in un San Paolo che, al netto del mancato sold-out ad eccezione delle due curve, spingerà gli uomini di Sarri alla ricerca del successo. Una sfida d'alta classifica, nonché una classica del calcio italiano che avrebbe sicuramente meritato una cornice ben diversa, con spalti gremiti in ogni ordine di posto e soprattutto la presenza della tifoseria ospite.

La speranza in casa Napoli è quella di raggiungere quota 50mila entro la fine della vendita, per avere dalla propria parte un San Paolo ancor più passionale. Dall'altra parte troveranno una Roma che, dopo Udine, dovrà ancora fare a meno di molti suoi tifosi. Da sola, o quasi, dove tutto sarà tinto d'azzurro.