Scocca l'ora di Bruno Peres. Di Francesco lo ha fatto capire a chiare lettere nella conferenza stampa di ieri: il terzino brasiliano sarà titolare sulla fascia destra. Per far rifiatare Florenzi, che non si è allenato al meglio in settimana, ma anche perché nelle ultime tre gare - complice la squalifica scontata in Champions League contro il Qarabag - si è accomodato in panchina o in tribuna. L'ultima partita da titolare risale al 22 novembre scorso al Wanda Metropolitano, match terminato anzitempo a causa dell'espulsione rimediata all'83'. In campionato l'ultima presenza dal primo minuto risale addirittura al 28 ottobre, giorno di Roma-Bologna. Contro i gialloblù sarà lui dunque a presidiare l'out di destra. Dalla parte opposta ci sarà ancora Aleksandar Kolarov, uno dei pochi intoccabili di Di Francesco in questa prima parte di stagione: il tecnico ha spiegato che Emerson Palmieri sta facendo grandi progressi, ma non è ancora pronto per giocare dal primo minuto. L'italo-brasiliano scenderà quindi in campo dall'inizio sabato 16 dicembre contro il Cagliari o, più probabilmente, negli ottavi di finale di Coppa Italia contro il Torino il 20 dicembre. Chi scalpita per fare il suo esordio nell'undici titolare è Patrik Schick: l'attaccante ceco si è lasciato definitivamente alle spalle gli infortuni che lo hanno tormentato nei mesi passati e, dopo i ventisei minuti giocati all'Olimpico contro la Spal,è pronto per guidare l'attacco. Di Francesco ha detto di non avere ancora deciso in quale posizione del tridente farlo giocare: se opterà per un turno di riposo per il sempre presente Dzeko, l'ex doriano agirà da centravanti. Se invece il bosniaco dovesse essere confermato, Patrik verrebbe dirottato sulla fascia destra. Ecco le probabili formazioni:

ROMA (4-3-3): 
Alisson; Bruno Peres, Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini, Gonalons, Nainggolan; Schick, Dzeko, El Shaarawy.
CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Tomovic, Gamberini, Gobbi; Bastien, Radovanovic, Depaoli; Birsa; Meggiorini, Inglese.