Chance per Emerson a Verona. È una delle ipotesi in campo, vista l'abitudine di Di Francesco a cambiare spesso gli uomini e visti soprattutto i ravvicinati impegni da qui alla fine del 2017. La Roma, infatti, dovrà affrontare domenica nel lunch match il Chievo al Bentegodi, il sabato successivo sarà impegnata nell'anticipo serale in casa con il Cagliari e a seguire, di mercoledì alle 17,30, sempre in casa, se la vedrà col Torino in Coppa Italia. Ma soprattutto, tre giorni dopo, la squadra di "Mister Di Fra" scenderà in campo all'ombra della Mole. Il 23 dicembre - save the date - ci sarà il posticipo della diciottesima giornata contro la Juventus. La partita di Natale. Tutto in quindici giorni, dunque, senza considerare che il 30 dicembre all'Olimpico arriverà il Sassuolo. E allora Di Francesco gestirà le forze dei suoi, che gli hanno ampiamente dimostrato affidabilità. Profondità di rosa. Uno degli indiziati al riposo è Aleksandar Kolarov, onnipresente (una sola panchina stagionale, in Roma-Bologna) ma affaticato alla vigilia della partita con il Qarabag di Champions, poi giocata regolarmente. Il serbo sta facendo così bene nella Roma che la nota rivista sportiva "France Football" lo ha inserito nella top 11 della fase a gironi della Champions League. Il settimanale francese ha "schierato" il terzino di Belgrado in una formazione niente male, con gente come Umtiti,Verratti, Mbappé, Ronaldo e Neymar (in panchina, insieme a Messi e Hazard, c'è un altro romanista, Radja Nainggolan). Potrebbe quindi tornare utile, bisognerà vedere se effettivamente dall'inizio, il brasiliano Emerson: 61 minuti in Primavera contro l'Inter e un quarto d'ora in Roma-Spal.

L'altro onnipresente è Edin Dzeko, che, nella la classifica del Pallone d'Oro 2017, si è piazzato al 28esimo posto davanti a Dries Mertens del Napoli e Philippe Coutinho del Liverpool. Possibile che a Verona a partire titolare sia Schick,con il numero 9 bosniaco a risparmiare energie. Ma ci teniamo anche un'ampia percentuale di probabilità che il ceco faccia coppia con Dzeko, e non è un gioco di parole, ma un'opzione sulla quale sta lavorando eccome Di Francesco, visti gli scampoli di partita regalati a Patrik, che parte da destra. Dopo la notte di Coppa dei campioni, la squadra èt ornata a lavorare ieri mattina per preparare l'anticipo di domenica alle 12.30. La classica fase di riscaldamento in palestra e poi Di Francesco ha diviso il gruppo in due. Chi ha giocato in Champions da una parte a correre, gli altri dall'altra per una partitella a campo ridotto a squadre miste con la Primavera. Indisponibile, oltre a Karsdorp, il francese Defrel per i postumi del trauma alla rotula del ginocchio sinistro. E a proposito di rotule, a loro si aggiunge Luca Pellegrini,la cui stagione però, dopo la frattura (legamento intatto), per fortuna, non è finita: «Tutto passa», ha postato ieri sui social. Alla vigilia di Chievo-Roma, sabato alle 13.30, Di Francesco interverrà in conferenza a Trigoria.