Grande Sis Roma. Un anno dopo, è ancora finale di Coppa Italia per le ragazze giallorosse, che oggi alle 16.45 al Polo Natatorio di Ostia proveranno ad alzare un trofeo. Nella semifinale di ieri Roma ha battuto 9-7 le campionesse d'Italia di Padova. Patavine avanti 4-2 in apertura di secondo tempo. Poi il decisivo doppio mini-break delle giallorosse: la doppietta di Sinigaglia e i gol di Picozzi e Fournier valgono il 6-4 a metà gara; Fournier, Picozzi e Chiappini timbrano successivamente il determinante 9-5 dopo tre tempi, con le venete che pagano anche il 4 su 14 in superiorità numerica.

Il primo affondo è giallorosso ma la palomba di Galardi si perde sul fondo. È glaciale invece Picozzi dai cinque metri: il destro non lascia scampo a Teani (1-0). Le patavine ribaltano immediatamente il punteggio con gli squilli di Ranalli e Savioli (2-1). Silvia Motta ristabilisce l'equilibrio per il 2-2 che chiude la prima frazione. Nel secondo periodo le campionesse d'Italia si portano sul +2 con Grab (superiorità numerica) e Queirolo che batte Sparano (4-2). Giallorosse che replicano con la sassata da posizione cinque di Picozzi (4-3) e il tap-in di Sinigaglia brava a raccogliere la corta respinta di Teani (4-4). Magic moment della Sis: Sinigaglia si fa trovare pronta sull'assist al bacio di Picozzi (5-4); Fournier in controfuga fissa il 6-4 che chiude sedici minuti vissuti senza un attimo di respiro. In apertura di terza frazione Fournier replica alla palombella di Grab (7-5). Padova fallisce qualche occasione di troppo in superiorità numerica e le capitoline volano sul +4 con Picozzi e la fiondata di Chiappini per il 9-5.

Nell'ultimo quarto la Sis cala leggermente la pressione e la Plebiscito dimezza il gap, ma la rimonta non riesce: finisce 9-7, la Sis si qualifica per il secondo anno consecutivo per l'atto conclusivo della Coppa ItaliaIn finale le giallorosse affronteranno Rapallo.