La Roma è tornata in campo ieri a Trigoria per preparare la sfida degli ottavi di finale di Europa League contro lo Shakhtar Donetsk. Buone notizie per Paulo Fonseca: Roger Ibanez è rientrato gradualmente in gruppo. Il brasiliano, quindi, fermo dalla sfida di andata contro il Braga in Europa League, è vicino al rientro a pieno regime: «Sono tornato ad allenarmi con il gruppo e non vedo l'ora di tornare in campo e dare tutto me stesso per la squadra». Già oggi sarà possibile ipotizzare se vederlo o meno tra i convocati per la sfida di domani, ma sta di fatto che l'infermeria si sta svuotando. Sono rimasti in tre a lavorare individualmente in tre: si tratta di Jordan Veretout, Edin Dzeko e Nicolò Zaniolo. Il francese viene quotidianamente monitorato e ne avrà ancora per un po', mentre il bosniaco sta puntando il Parma, quando saranno passati oltre i 15 giorni inizialmente previsti per il problema al flessore riportato nel ritorno di coppa con il Braga.

Countdown Zaniolo

«Dentro un ring o fuori non c'è niente di male a cadere. È sbagliato rimanere a terra», parola di Nicolò, su Instagram. Il consulto previsto per metà marzo prima di rientrare a lavorare con i compagni con il professor Fink (che lo segue quotidianamente a distanza) è stato aggiornato. Il luminare austriaco con tutta probabilità verrà a Roma a vederlo, ma intanto è stata fissata la data del rientro: sarà a metà aprile con la Primavera di Alberto De Rossi. Una prova generale in vista della possibile convocazione, il 21 aprile, natale di Roma, contro l'Atalanta. Sarebe un rientro col botto.