Dopo il forfait di Gianluca Mancini per via di un dolore avvertito alla pianta del piede destro, era arrivato anche quello di Lorenzo Pellegrini, che nei giorni scorsi ha lasciato il ritiro della Nazionale per il riacutizzarsi del fastidio alla cicatrice del flessore sinistro (quello che gli ha fatto saltare l'Europeo). Il capitano giallorosso si è sottoposto a un'ecografia che fortunatamente ha dato esito negativo: nessuna lesione. Lorenzo, però, resta comunque in dubbio per la partita di domenica sera contro il Sassuolo. Proverà a stringere i denti, come spesso ha fatto in carriera e per la Roma, perché vorrebbe giocare contro la sua ex squadra, tra l'altro in una settimana importante, quella che dovrebbe portare alla fumata bianca per il suo contratto (Pinto è di ritorno prima dell'incontro e le parti si dovrebbero vedere subito dopo). Ma la decisione finale per prendere o meno parte alla gara contro i neroverdi sarà affrontata insieme a José Mourinho. Che qualche grattacapo di troppo lo avrà anche per Nicolò Zaniolo: il numero 22 ha riportato una contusione coscia sinistra nella partita con la Svizzera a Basilea. Non dovrebbe essere nulla di serio (si è però prodotto un po' di versamento) e il ragazzo è rimasto comunque in ritiro con la Nazionale, con la quale rientrerà in nottata dopo la partita con la Lituania. Ovviamente le sue condizioni andranno valutate giorno dopo giorno.

Il tecnico giallorosso non può certo sorridere dopo questa tornata di partite internazionali: prima Viña con un problema al flessore destro che sembra completamente rientrato ma che ha costretto l'uruguagio a non giocare la seconda gara della Celeste contro la Bolivia (ma Tabarez vuole impiegarlo contro l'Ecuador giovedì notte), poi il golpe in Guinea e i problemi legati a Diawara, poi i tre azzurri.

Come se non bastasse Fuzato giovedì scorso si è sottoposto a un intervento di riduzione di una frattura nasale rimediata dopo uno scontro di gioco in allenamento.
La nota lieta arriva da Chris Smalling che come annunciato anche dal gm Pinto nella conferenza di fine mercato sta riprendendo il lavoro con i compagni: ieri ha lavorato parzialmente in gruppo. Nei quattro giorni che separano la Roma dalla sfida col Sassuolo si capirà se recupererà appieno, ma c'è ottimismo.

I biglietti

Prosegue la vendita dei tagliandi delle gare con il Sassuolo e il Cska Sofia. Per la gara di campionato siamo a quota 25.000 e la Roma spera nel sold out (28.000). Contro i bulgari invece ci saranno ad oggi quasi 18.000 spettatori, destinati comunque a crescere ancora.