L'allenatore della Roma Primavera Alberto De Rossi ha commentato ai microfoni di Roma Tv il pareggio per 2-2 ottenuto dai suoi contro la Sampdoria. La mancata vittoria ha impedito ai giallorossi di raggiungere la Juventus in vetta alla classifica.

Roma ha dominato la partita 
"La pazienza ha un limite per tutti. Sono molto arrabbiato. Una grande prestazione, i nostri difetti sono sempre gli stessi su cui dobbiamo lavorare, ma i ragazzi ci devono mettere del loro altrimenti non se ne viene fuori. Anche oggi un grande primo tempo, poi nel secondo abbiamo sofferto ma come è giusto contro la seconda in classifica".

Come si fa a dare entusiasmo adesso alla squadra?
"Sono ragazzi esperti, anche se qualcuno è fuori. I ragazzi sanno come uscirne, purtroppo è ricorrente vanificare una prestazione del genere. Questa cosa è molto fastidiosa, tanto sudore e tante giocate vanificate per lo stesso difetto. Abbiamo tempo per lavorarci".

Perché una Roma così si ritrova quarta in classifica?
"Sul piano del gioco noi siamo superiori a tante squadre, ma noi abbiamo la filosofia di portare il ragazzo a formarsi durante la partita: i 90 minuti non ci servono per la vittoria, ma per continuare a formarli. Ho sempre utilizzato questo sistema".

Podgoreanu è molto migliorato. Come hai lavorato su di lui?
"Noi abbiamo preso Podgoreanu perché aveva una buona formazione. Il lavoro dello staff è quello di trasformare un giocatore da settembre a maggio, il nostro obiettivo è che i dirigenti ci chiamano dicendoci che i giocatori sono cresciuti".

Sugli errori arbitrali…
"Noi non reclameremo come sempre, però poi con questa cultura verrai rispettato in Youth League mentre le altre squadre con baruffe e richieste vengono messe da parte in ambito internazionale. Noi ce la teniamo molto alta la Roma". 

Su Milanese, Zalewski e Bove?
"Un'altra follia, come il 3-rombo-3. Lo so chi c'è fuori, ma non mi posso fermare alla lista iniziale: devo inserire i 2003 e i 2004. Certo, lavorare con una rosa al completo con 2 anni di esperianza avremmo altri risultati, ma noi lavoriamo per il futuro".