In edicola con Il Romanista di oggi c'è l'intervista di Daniele Lo Monaco a Mauro Pellegrini, padre del terzino giallorosso Luca Pellegrini. Ecco un breve estratto: «All'inizio fece nuoto, non calcio, anche se il fisico non è propriamente da nuotatore. Adesso poi con l'anno di stop ha fatto parecchia palestra e si è rinforzato tanto. Quando a 16 anni lo cercavano importanti club stranieri, la Roma fece un passo importante: gli fece un ottimo contratto, ovviamente inferiore a quello che veniva prospettato con l'opzione estera, ma davvero lusinghiero per un ragazzo, un terzino poi. Luca volle rimanere, noi ne fummo contenti. [...] E il futuro? Gli hanno detto che i terzini del prossimo anno della Roma saranno lui e Kolarov. [...] Raiola? Tutti i calciatori sanno che con lui troveranno tutele, organizzazione, servizi. Mino riceve decine di messaggi a settimana di calciatori anche di primo livello che gli chiedono di essere presi nella sua scuderia. Lati oscuri? Io dico il contrario. È chiaro che a volte può accadere che vada in conflitto con qualcuno, dovendo pensare agli interessi dei suoi assistiti. Ma lui ha rapporti meravigliosi con tutte le società. Non litiga mai. Magari a volte si alzano i toni. [...] E poi quello che ti dice fa. Uso un'espressione su cui qualcuno sorriderà: con onestà».

Leggi l'intervista integrale su "Il Romanista" di oggi