Buon pari in rimonta per la Roma Under 15, contro u- n'ottima Fiorentina, che dopo 17' conduceva 2-0 grazie alla doppietta del centravanti Pellicanò, arrivato in estate dalla Segato Viola. Il primo gol dopo 3', con un bel tocco sotto sull'uscita del portiere, il secondo al 17', aggirandolo, dopo aver intercettato un pallone vagante sulla trequarti. La Roma prova a rendersi pericolosa con l'ex Lecce Litti, all'esordio: bello il suo doppio slalom al 16', servizio per Nardozi, tiro deviato in angolo. Poi Litti prova il tiro, palla alta, la Fiorentina risponde con una punizione di Rubino, De Franceschi devia in angolo. Al 26' Musella parte palla al piede e calcia in diagonale, il suo destro, deviato da un difensore, finisce in rete sul secondo palo. Il gol risveglia la Roma, un paio di cross a giro impegnano seriamente il portiere viola Martinelli, al 34' è ancora Musella a rendersi pericoloso: cross da sinistra di Carpineti, l'ex Napoli controlla di petto e calcia prima che la palla ricada a terra, mandandola sul fondo, di poco. Nella ripresa la Fiorentina prova a uscire, trascinata dal numero 8 Fiorini, capitano e miglior giocatore della squadra di Marco Capparella: al 6' un suo tiro dal limite, arrivato al termine di un ottima percussione centrale, centra la traversa. Il difensore viola Sadotti prova un paio di volte la palombella su punizione senza inquadrare la porta, Bauco, subentrato all'ottimo Litti, non vuole essere da meno, e fa ammonire un paio di viola, mentre Tumminelli calcia al volo, da ottima posizione, deviato in angolo. A un minuto dalla fine un destro di Musella vale il 2-2.

Under 16

Seconda partita e primo ko per la Roma U16 del turco Tanrivermis, 0-2 con la Fiorentina, allenata da Daniele Galloppa da Tor de' Cenci, classe 1985, una vita nel settore giovanile della Roma, senza esordire: era l'alter ego, di un anno più giovane, di Aquilani, che ora ha ritrovato nel settore giovanile viola (allena la Primavera). Primo tempo molto equilibrato: la Fiorentina pressa alto, senza dare tempo ai giallorossi di organizzare la manovra. Dopo un paio di parate non complicate il portiere viola Tognetti si distrae, al 25', quando il capitano Comuzzo gli passa la palla: tocco con le mani, punizione a due in area, ma tutta la Fiorentina si mette in barriera, e il tiro di Marazzotti, toccato da Graziani, non passa. Due minuti prima i viola si erano resi pericolosi con una punizione di Milli, che Presta devia di testa, alto di poco. A inizio ripresa subito Roma pericolosa: Graziani verticalizza per Marazzotti che apre verso la fascia per Misitano, destro sull'esterno della rete, da buona posizione. L'italo-americano, al debutto, parte mezzala, ma nella ripresa torna nel vecchio ruolo di punta centrale: colpisce al volo un cross di Cavacchioli, centrando il palo, ma era in posizione irregolare. Ci prova di nuovo, destro da fuori senza inquadrare la porta, poi lascia il posto a Tarantino. Cavacchioli va in gol a gioco fermo, Ievoli spreca la palla del vantaggio, calciando alto un buon servizio di Presta. Ci riprova poco dopo, con un tiro potente che manca di poco il bersaglio, ci riesce al terzo tentativo, al 32', destro vincente dalla lunetta. Due minuti, un paio di metri più a- vanti, trova anche il 2-0, servito da Ofoma. La Roma ha finito i cambi, e forse anche la fiducia: l'ultimo tiro è un sinistro di Campera, deviato in angolo, al quarto di recupero.

Primavera

Per il Sassuolo, che era a punteggio pieno, 2-2 nel posticipo con la La- zio: ora la Roma è prima da sola.