Sta avendo un andamento curioso la stagione della Roma Primavera, nelle prime 5 gare ufficiali: 3 vittorie su 3 in trasferta - l'ultima mercoledì a Baku col Qarabag, quattro giorni prima l'impresa a Vinovo, contro la Juventus, all'esordio il 2-1 al Verona - un pareggio e una sconfitta in casa, allo Stadio delle Tre Fontane. Che ha visto vincere 2-1 l'Atletico Madrid nell'esordio stagionale in Youth League, e festeggiare un inatteso pareggio il Sassuolo, che il 16 settembre era sotto di un gol fino al 40' della ripresa. Alle 15 - diretta su Roma Tv - la squadra di Alberto De Rossi proverà a prendersi la prima vittoria stagionale in casa, contro il Bologna di Emanuele Troise. Un avversario che il tecnico giallorosso considera particolarmente insidioso: aveva cominciato a dirlogià una settimana fa, alla vigilia della partenza per Torino: parliamo tanto della Juventus - il succo delle sue parole - ma se alla prima giornata il Bologna li ha fermati sullo 0-0 non avrebbe senso rispettare o temere loro e sottovalutare i rossoblù.

Okwonkwo promosso

Non è esattamente la stessa squadra: quel giorno c'era il nigeriano Okwonkwo, fuoriquota, capitano, e uomo di maggior peso della squadra, ma nel frattempo ha segnato il primo gol in serie A, l'unico del derby emiliano col Sassuolo, chiudendo così la sua esperienza in Primavera. Dopo quello 0-0 per la squadra di Troise due sconfitte, contro Verona e Milan: un solo punto, contro i sette della Roma, capolista insieme a Sassuolo, Intere e Chievo. Ma la squadra giallorossa ha vissuto momenti migliori, dal punto di vista degli uomini a disposizioni: oltre all'inevitabile stanchezza per le tre gare in 8 giorni - con tanto di volo di 5 ore di volo e relativo fuso orario: a questa età è un inedito - ci sono problemi in attacco. Figli di quelli della prima squadra: con Schick, Perotti e Defrel infortunati Di Francesco porterà a Milano Mirko Antonucci, il miglior uomo dell'attacco della Primavera. Che però, con Ganea infortunato, può contare sulla ritrovata forma dello sloveno Zan Celar, che dopo tre gare opache si è ritrovato a Baku: due gol - un diagonale all'angolino basso e un pregevole calcio di punizione - e tante sponde per i compagni.

Attacco inedito

Sugli esterni dovrebbero giocare i due fuori quota che non erano in lista in Youth League, il danese Corlu a destra e il senegalese Keba a sinistra: attacco completamente inedito. Il terzo fuori quota sarà Ciavattini, punto di riferimento della difesa, fuori Romagnoli, tra i pali in 4 gare su 5: oggi al suo posto ci sarà Stefano Greco, reduce da un piccolo infortunio. Possibile, dopo tre gare dall'inizio, un turno di riposo per Alessio Riccardi, magari con il ritorno in mediana di Meadows, e il rientro di Bouah come terzino destro. Conferma in cabina di regia per Andrea Marcucci, unico romanista tra iventi convocati dell'Italia Under 19 per la prima fase di qualificazione all'Europeo. Gare per cui si fermerà il campionato Primavera: tra 15 giorni la Roma ripartirà dalla trasferta di Firenze, contro la squadra che nell'antici - po di ieri ha battuto 3-1 la Lazio.